Ecco le misure del decreto anticrisi venerdì, nov 28 2008 

05331cs-uLe misure approvate dal Cdm: prevista anche una revisione degli studi di settore.

Bonus per le famiglie, detassazione premi, agevolazioni su bollette e tariffe, tetto per i mutui.

ROMA – Il Consiglio dei ministri ha approvato le misure anticrisi economica. Sono in tutto 35 gli articoli (36 dei quali uno stralciato, il 33) della bozza del decreto anticrisi che è stata discussa durante il preconsiglio dei ministri.

Secondo quanto l’agenzia Ansa è in grado di anticipare, dopo il primo esame, il testo verrà modificato tenendo conto dei rilievi tecnici emersi. Si va dal bonus per le famiglie numerose (tetto massimo di reddito si conferma a 22.000 euro) fino al blocco delle tariffe.

I PROVVEDIMENTI – Quattro i titoli di sostanza: sostegno alle famiglie, sostegno all’economia, «ridisegno in funzione anticrisi del quadro strategico nazionale: protezione del capitale umano e domanda pubblica accelerata per grandi e piccole infrastrutture con priorità per l’edilizia scolastica», servizi pubblici. Chiude un quinto titolo con le disposizioni finanziarie.

BONUS – Il «bonus straordinario per famiglie, lavoratori, pensionati e non autosufficienti» riguarderà poco meno di 8 milioni di soggetti, per un importo complessivo poco inferiore ai 2,4 miliardi di euro.

DETASSAZIONE STRAORDINARI – Niente sgravi fiscali sugli straordinari, ma aumento della soglia per la detassazione dei premi e del salario di produttività da 30 mila a 35 mila euro. Raddoppia poi la parte di reddito sulla quale si applicano gli sconti, passando dagli attuali 3mila a quota 6mila…[continua…]

Da Il Corriere della Sera   la notizia qui

Riscatto Laurea: novità per il versamento dei contributi venerdì, nov 28 2008 

contributi_riscatto_laurea1

Grazie alla recente riforma delle pensioni, tutti i laureati possono riscattare gli anni effettivi di durata del corso anche se non si è ancora trovato un lavoro.

La riforma, infatti, permette di riscattare gli anni di laurea versando i contributi all’INPS che, successivamente, provvederà a destinarli all’ente di previdenza cui il futuro lavoratore sarà iscritto, ad esempio l’Inarcassa se il laureato è un ingegnere o un architetto…[continua…]

Da Vostri Soldi   la notizia qui

Vietato lo sgambetto nelle partite di calcio fra amici venerdì, nov 28 2008 

bld056397Vietate le azioni scorrette e i contrasti di gioco troppo forti nelle partite di calcio dilettantesche, più che in quelle di serie A. Rischia infatti una condanna per lesioni chi fa male a un avversario se durante un’azione gli fa lo “sgambetto”.

L’invito alla correttezza nelle partite a scuola o fra amici arriva con la sentenza n. 44306 del 27 novembre 2008.

Da Cassazione.net   la notizia qui

Niente diagnosi nei certificati per malattia giovedì, nov 27 2008 

malattia_324_230Il provvedimento è stato adottato a seguito della segnalazione di un sindacato che lamentava il fatto che il Ministero della Giustizia richiedesse al personale di Polizia penitenziaria certificati medici indicanti, oltre alla prognosi, anche la diagnosi.

Non risultano disposizioni che obblighino l’Amministrazione ad acquisire certificati medici relativi ai congedi per malattia del personale del Corpo di polizia penitenziaria comprensivi anche della diagnosi.
Pertanto è fatto divieto al Ministero della Giustizia di trattare i dati personali relativi all’indicazione della diagnosi nei certificati di malattia idonei a rivelare lo stato di salute del personale del Corpo di polizia penitenziaria.

Da Il Sole 24 Ore   la notizia qui

Nei condomini è lecita la videosorveglianza giovedì, nov 27 2008 

v0026174Si alla videosorveglianza nei condomini, a discapito della privacy. Sono infatti legittime le telecamere che riprendono alcune parti dello stabile, comuni a tutti gli inquilini.

Sentenza della Corte di Cassazione n. 44156 del 26 novembre 2008.

Da Cassazione.net   la notizia qui

“Vieni a sederti sulle mie ginocchia” – Babbo Natale licenziato in tronco giovedì, nov 27 2008 

babbonatale01gIl negozio lo manda via dopo soli tre giorni. Lui: una proposta innocente.

LONDRA
Guai in vista per Babbo Natale. Andrew Mondia, 32 anni, è stato rimosso dall’incarico natalizio dopo aver chiesto, nonostante gli avvertimenti del suo elfo, a una donna di sedersi sulle sue ginocchia. Santa Claus è stato licenziato dal negozio Selfridges di Londra dopo soli tre giorni di lavoro. Il povero ragazzo è rimasto mortificato da quanto accaduto e ha cercato di difendere il suo comportamento: «Non volevo offenderla, volevo solo farle vivere quel momento. Il Natale è anche per gli adulti.

La mia proposta era del tutto innocente e sono rimasto scioccato quando sono stato mandato via per essere stato troppo amichevole»…[continua…]

Da La Stampa   la notizia qui

Acquisti di Natale: consigli per quelli online martedì, nov 25 2008 

acquisti_natale_onlineNonostante le misure di sicurezza presenti sulle piattaforme d’acquisto online, circa due italiani su tre non si fidano o nutrono diffidenza nell’effettuare online, e con carta di credito, l’acquisto di beni e servizi.

Questo è quanto emerge, secondo quanto riporta l’Associazione ADUC, da un’indagine effettuata in tutta Europa da Experian; in vista degli acquisti natalizi, l’Associazione ha così stilato tutta una serie di consigli utili finalizzati ad effettuare acquisti via Internet in tutta tranquillità e sicurezza.

Bisogna in primis verificare che il venditore online esista; per fare ciò basta verificare, con una semplice ricerca su Google, l’effettiva esistenza della partita IVA e dei recapiti (fax, numero di telefono ed indirizzo).

Una volta verificata l’esistenza del venditore, bisogna fare attenzione alla pagina Internet dove viene chiesto l’inserimento dei dati della carta di credito; sulla pagina, infatti, deve essere attivo un protocollo di sicurezza la cui validità può essere verificata cliccando sul lucchetto o chiave presente sul browser in basso a destra…[continua…]

Da Vostri Soldi   la notizia qui

Esclusi i permessi per motivi di servizio in caso di partecipazione a procedimento disciplinare martedì, nov 25 2008 

medfrd2411Ministero del Lavoro, circolare n. 28 dell’11 novembre 2008.

Con la circolare n. 28 dell’11 novembre scorso il ministero del Lavoro è intervenuto in merito al trattamento giuridico ed economico da attribuire ai dipendenti chiamati a difendersi in procedimenti disciplinari a loro carico, non essendovi una specifica disciplina contrattuale in materia.

Per il dicastero di via Flavia in questi casi il dipendente non agisce nell’interesse dell’amministrazione bensì per la difesa di un interesse proprio, benché connesso all’attività lavorativa…[continua…]

Da Il Sole 24 Ore   la notizia qui

L’azienda non ha il personale? La fattura del servizio è falsa lunedì, nov 24 2008 

283275sdc

Devono considerarsi false le fatture emesse da una società che non ha il personale né i mezzi per realizzare il servizio fatturato.

Lo stop agli strani giri contabili fra imprese arriva dalla Cassazione che, con la sentenza n. 27574 del 20 novembre 2008, ha accolto il ricorso del fisco chiarendo che, come aveva sostenuto l’’Agenzia, ” non è indifferente l’’identificazione del soggetto che effettivamente abbia fornito la prestazione”.

Da Cassazione.net   la notizia qui

Spagna, un giudice: “Via i crocifissi dalle aule” lunedì, nov 24 2008 

crocifisso01g

SENTENZA STORICA.

La rimozione a Valladolid

MADRID
Un tribunale amministrativo spagnolo ha ordinato con una sentenza la rimozione del crocifisso da una scuola pubblica di Valladolid. Lo riferiscono i media spagnoli, ricordando che a chiedere la rimozione del simbolo cattolico erano stati nel 2005 alcuni genitori degli studenti dell’istituto Macias Picaeva. Secondo il magistrato che ha emesso la sentenza, l’esposizione di simboli religiosi in un centro educativo violerebbe «i diritti fondamentali» sanciti dalla Costituzione in materia di uguaglianza e libertà di coscienza. È la prima sentenza di questo tipo in Spagna che Fernando Pastor, dell’associazione culturale Scuola Laica, ha definito «importantissima» perchè finalmente, ha aggiunto, «la giustizia è entrata nel merito della questione» dando ragione alla «libertà di coscienza».

Padre di un’alunna dell’istituto di Valladolid, Pastor ha ricordato che il governo regionale ha 15 giorni di tempo per presentare ricorso contro la sentenza, rilevando poi che una tale eventualità rappresenterebbe una «indecenza»…[continua…]

Da La Stampa   la notizia qui

Pagina successiva »

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 140 follower