scatti-anzianita.jpg

Computo nel periodo di formazione e lavoro servizio se il rapporto di lavoro viene poi trasformato in rapporto a tempo indeterminato.

La Corte di Cassazione, sezione lavoro, con sentenza 12 giugno 2007, n. 13716, ha stabilito che il periodo di formazione e lavoro deve essere conteggiato nell’anzianità di servizio se il rapporto di lavoro viene poi trasformato in rapporto a tempo indeterminato.
Ai fini del computo, l’anzianità di servizio trascorsa nel periodo di formazione e lavoro è conteggiato nell’anzianità di servizio anche per quanto riguarda gli scatti di anzianità e i passaggi automatici di classe stipendiale.

Fatto e diritto
Un dipendente delle Ferrovie dello Stato, per essere assegnato ad una classe stipendiale superiore, aveva chiesto al Pretore che nell’anzianità di servizio fosse conteggiata l’attività prestata durante il periodo di contratto di formazione e lavoro, poi trasformato in contratto a tempo indeterminato, previa declaratoria della nullità della clausola del contratto individuale di lavoro (che prevedeva che non fossero computati gli effetti economici derivanti dal periodo di formazione e lavoro).
Il ricorrente sosteneva, invece, di aver diritto ad una classe stipendiale superiore a quella riconosciuta dal datore di lavoro, poiché si doveva computare nell’anzianità di servizio anche il periodo di formazione e lavoro.
L’azienda Ferrovie dello Stato resisteva alle richieste rivolgendosi al Tribunale, che accoglieva la domanda nei limiti della prescrizione quinquennale.
A seguito di impugnazione di Trenitalia s.p.a. (nel frattempo succeduta a Ferrovie dello Stato s.p.a.), la Corte di Appello di Lecce, sezione distaccata di Taranto, con la sentenza impugnata, respingeva l’appello, richiamando la giurisprudenza che aveva disposto che il periodo di formazione e lavoro nell’anzianità di servizio, in caso di trasformazione in rapporto a tempo indeterminato, senza distinguere a quale effetto (giuridico o economico) deve essere computato nell’anzianità di servizio…[continua…]

Da Consulenza Del Lavoro   la notizia qui