fallimento-2.jpg

DECRETO LEGISLATIVO: Disposizioni integrative e correttive al R.D. 16 marzo 1942, n. 267, nonché al decreto legislativo n. 5 del 2006, in materia di disciplina del fallimento, del concordato preventivo e della liquidazione coatta amministrativa, a norma dell’articolo 1, commi 5, 5-bis e 6, della legge n. 80 del 2005.

Via libera definitivo del Governo al decreto legislativo che modifica e aggiorna la legge fallimentare (regio decreto n. 267 del 1942), con particolare riferimento alla materia del fallimento, concordato preventivo e liquidazione coatta amministrativa.

Tra i punti:
– individuazione degli imprenditori soggetti al fallimento
– coordinamento della disciplina del concordato preventivo con quella del concordato fallimentare
– ridefinizione dell’area della fallibilità
– reclamabilità (non più appellabilità) della sentenza di fallimento
– attuazione del regime di responsabilità del comitato dei creditori
– previsione del pagamento in percentuale dei crediti privilegiati anche nel concordato preventivo
– possibilità per il fallito di iscriversi con una nuova attività nel registro delle imprese

Da Il Sole 24 Ore la notizia qui

Annunci