condono-multe.jpg

Pubblichiamo di seguito l’iniziativa proposta dall’associazione “La casa del consumatore”

Condono delle multe per divieto di sosta

Condono delle multe per divieto di sosta e delle altre che non hanno costituito pericolo per i terzi.

Dal 1946 ad oggi in Italia tutto è stato condonato o amnistiato, tranne le contravvenzioni per divieto di sosta.

O il Legislatore si è dimenticato o le multe per divieto di sosta sono considerate socialmente più pericolose delle rapine, degli stupri, delle corruzioni e dello spaccio di droga.

L’economia italiana è cresciuta sulle automobili, che ognuno di noi, per una serie di necessità, è stato costretto ad acquistare.

All’aumento del parco macchine non è corrisposto l’adeguato aumento delle strutture (con particolare riguardo ai parcheggi).

Oggi l’automobilista è abbandonato a se stesso, penalizzato dal traffico, dai vigili, dalle assicurazioni, dall’aumento della benzina e dai Comuni, che hanno nelle contravvenzioni per divieto di sosta la maggiore entrata dei loro bilanci.

Il Consumatore non sa quante multe deve pagare. I Comuni non sanno più quante multe devono incassare.

Per questo, grazie all’iniziativa della Casa del Consumatore è stata presentata dagli Onorevoli Marras, Vitali, Arnoldi, la seguente proposta di legge.

A.C. 2144 Emendamento

Art. 8bis – Condono delle sanzioni previste dal Codice della strada per le violazioni non concernenti pericolo…[continua…]

Da La Casa del Consumatore   la notizia qui