Cass. sez. civ. sentenza n. 8519/08

La Corte di Cassazione ha affermato che abbandonare per più di tre mesi una casa popolare fa perdere il diritto all’alloggio.

Secondo la Corte, “in tema di edilizia residenziale pubblica l’abbandono dell’alloggio, ancorché abbia causa in ragioni di lavoro, giustifica la revoca dell’assegnazione in locazione poiché lo scopo della norma e’ quello di rendere disponibili gli alloggi, non più occupati stabilmente per le esigenze dei soggetti del tutto privi di alloggio e senza che abbia rilevanza la ragione dell’abbandono dell’alloggio stesso da parte dell’assegnatario”.

Da Saranno Avvocati   la notizia qui

Annunci