Riforma del processo del lavoro al via: è stato, infatti, presentato il testo del disegno di legge che revisiona la normativa processuale del lavoro, da parte della Commissione incaricata a redigere l’articolato (presieduta da R. Foglia), al Ministro della Giustizia L. Scotti.

Tra i punti:
– intervento sui tempi dei processi in materia lavoristica con l’introduzione di meccanismi processuali di rapida definizione (es. rito accelerato a cognizione sommaria in 1° grado)
– attribuzione alla giurisdizione ordinaria delle cause riguardanti il rapporto di lavoro dei pubblici dipendenti
– valorizzazione dei meccanismi della conciliazione e arbitrali di risoluzione del contenzioso lavoristico (a proposito dell’arbitrato una novità rilevante consiste nella previsione dell’impugnabilità del lodo direttamente davanti alla Corte di Appello, eliminando in tal modo un grado di merito).
– valorizzazione della fase contenziosa amministrativa affidata alla competenza di strutture terze (tipo Authorities).

Da Il Sole 24 Ore   la notizia qui

Annunci