UN CONTRATTO PER TRASPORTO DI MERCI CON LOCAZIONE FINANZIARIA DELL’AUTOVEICOLO PUO’ COMPORTARE L’INSTAURAZIONE DI UN RAPPORTO DI LAVORO SUBORDINATO – Per fatti concludenti (Cassazione Sezione Lavoro n. 10345 del 22 aprile 2008, Pres. Ravagnani, Rel. D’Agostino).

La società Ventana Cargo, esercente attività di trasporto di merci, ha concesso, ad alcuni autisti, in locazione finanziaria, con diritto di riscatto, alcuni autoveicoli di sua proprietà. Gli autisti si sono contestualmente obbligati ad eseguire trasporti esclusivamente per la società ed hanno a ciò provveduto per alcuni anni. L’INPS, dopo aver svolto un’ispezione, ha chiesto all’azienda il pagamento dei contributi previdenziali sui compensi corrisposti agli autisti sostenendo che questi avevano, di fatto, lavorato in condizioni di subordinazione.

L’azienda ha chiesto al Tribunale di Torino di accertare l’infondatezza della pretesa avanzata dall’istituto, sostenendo che gli autisti avevano prestato la loro opera come lavoratori autonomi. Il Tribunale ha accolto la domanda dichiarando improduttivo di effetti il verbale di accertamento redatto dall’ispettore dell’INPS.

Questa decisione è stata riformata dalla Corte d’Appello di Torino che ha affermato il diritto dall’INPS a percepire i contributi, in quanto doveva ritenersi l’esistenza di rapporti di lavoro subordinato, per le seguenti ragioni…[continua…]

Da Legge e Giustizia   la notizia qui

Annunci