ROMA – Una relazione extraconiugale tenuta da un carabiniere “getta disonore” sull’Arma. Per questo il superiore può legittimamente chiedergli di troncarla.

E’ quanto deciso da una sentenza con cui la Cassazione ha confermato la condanna a 4 mesi di reclusione inflitta dalla Corte militare d’appello di Napoli a un appuntato dei carabinieri ritenuto responsabile di insubordinazione, con minaccia e ingiuria, ai danni del comandante della stazione presso cui prestava servizio.

Da La Repubblica   la notizia qui

Annunci