“La ruralità di un fabbricato iscritto in catasto con attribuzione autonoma di rendita non esclude l’assoggettamento del fabbricato stesso all’Ici ma produce i suoi effetti solo ai fini (antecedenti) dell’accatastamento e dell’eventuale attribuzione di rendita in quanto questi due fatti (contestabili unicamente nei confronti dell’Agenzia del Territorio, preposto alle afferenti operazioni e non del comune, attesa la vincolatività dei dati catastali ai fini Ici per entrambe le parti del rapporto concernente quest’imposta) costituiscono i presupposti indefettibili ma anche sufficienti perché un fabbricato sia assoggettato a Ici”.

Da Cassazione.net   la notizia qui

Annunci