Via libera agli esposti al consiglio dell’Ordine da parte dei clienti. Infatti sono legittimi anche se contengono critiche pesanti e offese. Con un solo limite.

Le espressioni usate devono essere necessarie per far capire al Consiglio dove il professionista ha sbagliato.

Cassazione, sentenza 16809 del 20 giugno 2008

Da Cassazione.net   la notizia qui

Annunci