Vale per quelli sottoscritto fino al 28 maggio scorso per l’abitazione principale

Convenzione Economia-ABI 19.6.2008

Via libera ufficiale alla Convenzione tra banche e ministero dell’Economia per la rinegoziazione dei mutui. L’accordo, previsto dal decreto che ha tagliato l’Ici, consente di rinegoziare tutti i mutui a tasso variabile sottoscritti fino al 28 maggio scorso per acquisto, costruzione e ristrutturazione della abitazione principale, passando ad un tasso fisso più basso.

La differenza tra la rata originaria e quella rinegoziata verrà addebitata su un conto di finanziamento accessorio ad un tasso fisso. La differenza dovrà essere regolata alla scadenza del mutuo, con un allungamento della durata originaria se nel frattempo i tassi non fossero scesi.

La rinegoziazione riguarda anche i mutui stipulati o accollati, anche a seguito di frazionamento da parte del costruttore, come pure i mutui cartolarizzati, ed è esteso anche ai mutuatari inadempienti, ossia a chi è in ritardo con i pagamenti delle rate alla data del 28 maggio scorso…[continua…]

Da Cittadino Lex   la notizia qui

Annunci