Cass. Sez. pen. Sentenza n. 26766/08

La Corte di Cassazione ha stabilito che toccare le caviglie di una donna può configurare una tentata violenza sessuale. Infatti: “il toccamento di una caviglia non puo’ considerarsi atto di intrusione nella sfera sessuale altrui perche’ questa zona del corpo non e’ qualificata come erogena”.

I giudici hanno specificato che “il gesto compiuto” dall’aggressore “preceduto da pedinamento, fischi da richiamo e apprezzamento, fosse un chiaro approccio sessuale prodromico a piu’ approfonditi contatti fisici, laddove la vittima non si fosse opposta”.

Da Saranno Avvocati   la notizia qui

Annunci