Il 22 luglio 2008 Federterme e le organizzazioni sindacali dei lavoratori (Filcams Cgil; Fisascat Cisl; Uiltucs Uil) hanno sottoscritto l’ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto nazionale per i dipendenti delle aziende termali, dopo un anno dalla scadenza.

Il contratto interessa circa 16.000 lavoratori di cui la maggioranza stagionali. L’aumento retributivo è pari a 130,00 euro mensili riparametrati al 4° livello da corrispondere in 4 tranche: 40,00 euro con decorrenza 1° luglio 2008, 20,00 euro con decorrenza 1° gennaio 2009, 35,00 euro con decorrenza 1° luglio 2009 e 35,00 euro dal 1° gennaio 2010.L’accordo prevede inoltre per tutti i lavoratori assunti con contratto di lavoro a tempo indeterminato, a copertura del periodo di vacanza contrattuale (1° luglio – 30 giugno 2008), l’erogazione di un importo a titolo di una tantum pari a 260,00 euro lordi riparametrati al IV livello, da corrispondere in due tranche di pari importo (130 euro) unitamente alla retribuzione del mese di agosto e di settembre 2008.

L’una tantum è riconosciuta anche ai lavoratori assunti a tempo determinato ed ai lavoratori a tempo parziale in relazione alla durata del periodo di servizio prestato ed in proporzione alle ore effettivamente lavorate.

Secondo quanto precisato da Fisascat Cisl nell’intesa contrattuale sono previste novità in tema di: diritti di informazione, occupazione femminile, potenziamento dell’ attività formativa, rafforzamento del diritto di precedenza nella riassunzione, accesso ai congedi parentali, regolamentazione dell’apprendistato professionalizzante, lavoro a tempo parziale e contratto a termine.

Da Il Sole 24 Ore   la notizia qui

Annunci