Il Parlamento con L. N. 133/2008 art. 53 ha stabilito che nel momento in cui il giudice del lavoro pronuncia la sentenza del processo ha anche l’obbligo di motivare la propria decisione specificandone le ragioni.

Qualora il caso fosse particolarmente complesso, il giudice può fornire la motivazione entro un periodo non superiore ai 60 giorni, comunicandolo al momento della lettura della sentenza.

Tali disposizioni decorrono per tutti i processi instaurati a partire dalla data del 25 Giugno 2008.

Da Studio Ciocioni   la notizia qui

Annunci