Sacconi: «Si chiuda mercoledì» – Da Lufthansa altolà a Berlusconi

ROMA
Il ministro dello Sviluppo economico Claudio Scajola ha ammesso alla procedura di amministrazione straordinaria le società Alitalia Express e Volare, entrambe detenute da Alitalia spa, già commissariata. Augusto Fantozzi, già commissario di Alitalia, è stato nominato commissario straordinario anche di Alitalia Express e Volare. Lo comunica il ministero di via Veneto.

I piloti rappresentati da Anpac e Up sono intanto pronti a riprendere il confronto con Cai e governo, anche se «restano importanti» le distanze tra le parti. Questo, in vista di una nuova convocazione di un tavolo unitario. È questo, in sintesi, l’esito dell’incontro di ieri sera a Palazzo Chigi, secondo quanto riferisce il presidente dell’Anpac, Fabio Berti. «Siamo pronti a riprendere il dialogo per trovare una soluzione», afferma, aggiungendo: «Tutto si deve fare, intervenire sui contratti e sugli esuberi, tranne che mortificare i lavoratori». Detto questo, le associazioni dei piloti «mantengono tutte le loro preoccupazioni, perchè le distanze restano ancora importanti».

Via alla trattativa
«Ieri siamo giunti finalmente al tavolo e siamo entrati nel merito dell’accordo quadro. È stato un momento difficile e incomprensibile anche pensando al futuro e a possibili attriti. L’apertura non c’è stata nel senso che è inziata la discussione e si sono messi sul tavolo una serie di questioni a partire dagli esuberi. Sono state confermate alcune perplessità sul piano industriale; se si può parlare di apertura è stata sul metodo di lavoro». Lo ha detto Fabio Berti a «Panorama del Giorno». Sulle voci di un ampliamento delle rotte e degli equipaggi, Barti dice: «A noi non risultano, spero siano indiscrezioni che poi ci verranno prosptettate. Dovremmo incontrarci mercoledì, anche se on è confermato, mentre doverebbe esserci una riunione della Cai giovedì». Berti si augura che «non ci sia il fallimento, spero il contrario e sto lavorando per questo; certo si lavora sul filo del rasoio. La Cai ha tenuto una posizione molto seria ma anche molto rigida. La soluzione ci sarà solo se ci sono degli spiragli».

Il rischio precettazione
Sulla possibilità di una precettazione dei piloti, il presidente dell’Anpac sottolinea che «Sacconi fa riferimento ad alcune azioni che non possono che essere inquadrate in una normativa, deve fare il suo lavoro, ma noi speriamo di non arrivare a una fase di conflitto così grave».

È possibile fare volare Alitalia con altri piloti? «Non è possibile e poi, perchè parlare di scenari drammatici quando è possibile trovare soluzioni con piccoli spiragli e con buona volontà?», si chiede Berti che si dice pronto a rivedere i meccanismi legati alle retribuzioni. «Sulle retribuzioni abbiamo detto che siamo disposti a rivedere la parte variabile con mecanismi che la Cai ritiene utili. Bisogno considerare che lo stipendio fisso è il 32,1% sotto la media Ue»…[continua…]

Da La Stampa   la notizia qui

Annunci