La Corte di Cassazione con Sentenza N. 2782/2008 ha stabilito che nel settore edile, solo in caso di esaurimento dei lavori, è esclusa la procedura di mobilità e non anche quando il lavoro sia in fase di ultimazione.

In tal caso, infatti, si renderebbe necessaria una scelta tra i lavoratori da licenziare e quelli adibiti al completamento dei lavori, secondo quanto stabilito dalla Legge 223/1991.

Da Studio Ciocioni   la notizia qui

Annunci