(Corte Costituzionale, Sentenza 8 ottobre 2008, n. 336: Diritto della difesa alla trasposizione su nastro magnetico delle registrazioni di conversazioni o comunicazioni intercettate, utilizzate ai fini dell’adozione del provvedimento cautelare, anche se non depositate).

Corte Costituzionale: diritto della difesa alla trasposizione su nastro magnetico delle registrazioni di conversazioni intercettate, anche se non depositate, poste a base delle misure cautelari personali.

La Corte Costituzionale, con sentenza 8 ottobre 2008 n. 336, ha dichiarato la illegittimità costituzionale dell’art. 268 del codice di procedura penale, nella parte in cui non prevede che, dopo la notificazione o l’esecuzione dell’ordinanza che dispone una misura cautelare personale, il difensore possa ottenere la trasposizione su nastro magnetico delle registrazioni di conversazioni o comunicazioni intercettate, utilizzate ai fini dell’adozione del provvedimento cautelare, anche se non depositate.

L’art. 268 c.p.p., nel disciplinare l’esecuzione delle operazioni di intercettazione di conversazioni o comunicazioni, prevede al 2 comma che nel relativo verbale va trascritto, anche sommariamente, il contenuto delle comunicazioni intercettate (c.d. brogliacci)…[continua…]

Da Filodiritto  la notizia qui

Annunci