L’Associazione ADOC ha reso noto d’essere pronta ad assistere con il supporto dei propri legali i risparmiatori che hanno subito perdite collegate al fallimento della banca d’investimenti americana Lehman Brothers. L’iniziativa segue quella già adottata per i casi Parmalat, Cirio e Bond Argentina, in virtù del fatto che gli istituti di credito hanno venduto ai clienti dei titoli che poi si sono rivelati essere carta straccia.

Secondo l’ADOC, infatti, risulta molto difficile pensare che le banche italiane non conoscessero il rischio cui andavano incontro i risparmiatori consigliando loro di acquistare azioni e titoli obbligazionari Lehman Brothers. Lo stesso dicasi per le agenzie di rating che fino all’ultimo hanno mantenuto sulla società Lehman Brothers un rating di “AA” del tutto inadeguato.

Di conseguenza, l’Associazione ritiene che ci siano tutti i presupposti per chiedere il risarcimento delle perdite subite, partendo da un reclamo formale diretto alla propria banca il cui fac-simile è stato pubblicato online dall’ADOC. In caso di risposta negativa, l’Associazione invita i risparmiatori a rivolgersi all’ADOC per chiedere il supporto del proprio team di avvocati.

Da Vostri Soldi  la notizia qui

Annunci