cassazione_1_153_124Cass., sez. lav., 3.11.2008, n. 26376.

E’ illegittima la decisione unilaterale dell’imprenditore di limitare la scelta dei dipendenti da collocare in mobilità ad un singolo settore aziendale né rileva che il settore interessato sia soppresso o ridotto.

L’art. 5 della legge n. 223/1991 prevede che l’individuazione dei lavoratori da collocare in mobilità deve avvenire tenendo conto delle “esigenze tecnico produttive ed organizzative del complesso aziendale”.

Pertanto deve considerarsi arbitraria ed illegittima ogni decisione del datore di lavoro diretta a limitare l’ambito di selezione dei lavoratori da licenziare ad un singolo settore o reparto, a meno che questa scelta non sia giustificata dalle ragioni che hanno condotto alla scelta di ridurre il personale.

Da Il Sole 24 Ore    la notizia qui

Annunci