vendite_in_saldo_2009

In una periodo come quello attuale di saldi invernali è giusto ricordare che il cliente ha sempre e comunque diritto alla sostituzione di prodotti acquistati che sono difettosi, anche quando ci sono i saldi.

A ricordarlo, in particolare, è il Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori, Massimiliano Dona, sottolineando come quanto deto è previsto dal Codice del Consumo, precisamente all’articolo numero 132.

Pur tuttavia, l’UNC rileva come purtroppo molti negozianti in questo periodo hanno dimenticato di essere gli unici responsabili della vendita di prodotti difettosi anche nel periodo dei saldi. Al fine di non incorrere in inconvenienti durante il periodo del saldi, l’Unione Nazionale Consumatori ha predisposto online, al sito http://www.consumatori.it, un utile vademecum da consultare per fugare ogni dubbio.

In particolare, l’Associazione raccomanda di acquistare merce in saldo di cui il negoziante ha pochi esemplari; di solito sono questi i ‘veri saldi’, rappresentati da merce residua che il negoziante, applicando forti sconti, ha tutto l’interesse a disfarsene.

Per quanto riguarda nello specifico l’abbigliamento, è consigliato di evitare l’acquisto di capi privi di etichetta, e di privilegiare quelli di marche più conosciute. Massima attenzione, poi, alle taglie ed ai cartellini dei prezzi: nella confusione possono verificarsi scambi di prezzi e vendita, ad esempio, di calzature, o l’acquisto di indumenti a due pezzi con diverso numero di taglia.

Da Vostri Soldi   la notizia qui

Annunci