cabbbb

Neppure l’ultimo intervento delle Sezioni unite è riuscito a scrivere la parola fine alla questione della rilevanza penale della coltivazione di cannabis. Va infatti prosciolto chi l’ha coltivata ma è stato sorpreso dalle forze dell’ordine prima che le piantine fossero mature.

Con una sentenza, la n. 1222 del 14 gennaio 2009, che riaprirà le
polemiche sulla coltivazione delle sostenze stupefacenti, la Cassazione
ha annullato con formula piena, perché il fatto non sussiste, la
condanna nei confronti di 44enne di Ancona che aveva coltivato nel suo terreno 23 piantine di cannabis ed era stato sorpreso prima che queste avessero concluso il clclo annuale di maturazione.
Debora Alberici

Da Cassazione.net   la notizia qui

Annunci