imagesppppppppppppppppppppppp

La carta prepagata è uno strumento rilasciato a fronte di un versamento anticipato di fondi effettuato all’emittente.

Essa incorpora il potere d’acquisto pagato in via anticipata dal titolare della carta e viene emessa da banche, nel caso in cui la carta sia spendibile presso una molteplicità di esercenti (carta a spendibilità generalizzata), ovvero direttamente da fornitori di beni e servizi (es. pedaggi autostradali, servizi di telefonia); in questo ultimo caso, la carta può essere utilizzata esclusivamente per il pagamento di acquisti effettuati presso lo stesso emittente (carta fidelity o monouso).

Per il rilascio della carta prepagata non è necessaria la titolarità di un conto corrente né viene effettuata da parte dell’emittente una valutazione di solvibilità del prenditore della carta.

Sul mercato sono disponibili sia carte “anonime” sia carte “nominative”. Entrambe, per motivi di sicurezza, hanno limiti di spesa. Le prime attualmente possono avere un valore spendibile fino ad un massimo di 500 euro e non sono ricaricabili.

Le carte nominative hanno, invece, un valore massimo che differisce da emittente a emittente e possono essere ricaricate più volte. Il cliente ha diritto al rimborso totale delle somme presenti sulla carta al netto di un’eventuale somma trattenuta dalla banca a titolo di commissione entro i tempi eventualmente indicati dall’emittente…[continua…]

Da Recuperare Credito   la notizia qui

Annunci