as9nz0ycamdh0wicarb2xsmcat70m0scabs3grxcajuyo1mcaht2obccahya35ccayu1v2icaq5rkwecat6zvmkcah79bzpca7dxrc9cau08jtmca4z3c8kcapufr6gcaf1xcp0cahb1aesca1cm9az1

I conflitti fra l’adolescente e il padre separato non possono ricadere sulla madre (affidataria o convivente) che, infatti, non risponde del reato di mancata esecuzione dell’ordine del giudice se il figlio si rifiuta di rispettare gli incontri.

Non solo. Difficile ottenere una perizia “sull’attendibilità” del ragazzo, a meno che non ci siano gravissime e particolari ragioni.

Lo ha stabilito la Corte di cassazione che, con la sentenza n. 4946 del 4 febbraio 2009, ha confermato l’archiviazione delle accuse nei confronti di una mamma che non riusciva a far rispettare alla figlia gli incontri fissati dal giudice con il padre della ragazza.

Da Cassazione.net   la notizia qui

Annunci