oooooooooooooooooooooo

L’Associazione dei datori di lavoro dei collaboratori domestici comunica che il datore di lavoro, non essendo sostituto di imposta, non può accettare l’eventuale richiesta del bonus famiglia da parte del collaboratore domestico.

I lavoratori, infatti, devono rivolgersi agli intermediari abilitati, quali i Caf oppure direttamente all’Agenzia delle Entrate.

Inoltre, il datore di lavoro non è neppure tenuto a rilasciare il Cud, ma una semplice dichiarazione che indica l’ammontare complessivo delle somme erogate durante l’anno. Tale dichiarazione deve essere rilasciata entro fine marzo e su richiesta del lavoratore.

Da Studio Ciocioni   la notizia qui

Annunci