imageswq222222222222222222222222

Il Garante per la Protezione dei Dati Personali con la News-Letter n.320 del 2 Marzo 2009 comunica che il datore di lavoro non può utilizzare dei sistemi di identificazione biometrica dei lavoratori basati sulla rilevazione delle impronte digitali, per controllare la presenza e gli orari di entrata e di uscita dei dipendenti, a meno che non vi siano delle particolari esigenze di sicurezza.

Da Studio Ciocioni   la notizia qui

Annunci