imagesvfvvvvvvvvvvvv

La Corte di Cassazione con Sentenza n.3707 del 16 Febbraio 2009 ha stabilito che le retribuzioni ed i contributi pagati dal datore di lavoro fittizio non sono ripetibili, poiché l’eventuale errore dell’identità del datore di lavoro da parte di chi è corresponsabile della violazione delle norme di legge non è accettabile.

Da Studio Ciocioni   la notizia qui

Annunci