medici01g

I sindacati si oppongono al disegno di legge: se passa andremo alla Corte Ue.

ROMA
Non arriveranno a scioperare (almeno sperano non ce ne sia bisogno) ma useranno tutti gli strumenti legali: fino «alla Corte di giustizia europea passando per la Corte costituzionale». È questa la posizione delle diverse sigle sindacali dei medici (Anaao assomed, Cimo asmd, Aaroi, fp Cgil, Fvm, Federazione Cisl, Fassid, Fesmed, Uil fpl), nel caso in cui dovesse passare la norma sull’obbligatorietà di denunciare gli immigrati clandestini, emersa nel corso di una conferenza stampa, oggi a Roma.

I sindacati dei medici si oppongono al disegno di legge sulla sicurezza (passato al Senato, ora all’esame della Camera): in particolare, all’approvazione di un emendamento della Lega nord con cui è stato abrogato il divieto di denuncia di immigrati clandestini all’autorità giudiziaria.

Così stando le cose, dicono i sindacati, il medico di enti pubblici e convenzionati con il Servizio sanitario nazionale è «obbligato a denunciare» all’autorità giudiziaria…[continua…]

Da La Stampa   la notizia qui

Annunci