aywiu0qcayjl7ukcaf249apca2objjbcarxzn5xca6n3flwcanpcxg3cabnvpegcagfr0t4cabh8whacaxk6mkzcak6mfefcaaiuuvfcank67xfcaxswqcica814j47cap3hhujcay7vzqscaibcesr1

Cass. sez. II civ. sentenza n. 3745/09.

Non sussiste concorso apparente fra le fattispecie, punite in due diversi commi del medesimo articolo 186 del codice della strada, di guida in stato di ebbrezza (comma 2) e rifiuto di sottoporsi all’accertamento del tasso alcolemico (comma 7). Si tratta infatti di fattispecie diverse sia per quanto riguarda il contenuto e la struttura della norma sia per quanto attiene alla tutela dei beni giuridici.

Da ciò discende la legittimità dell’irrogazione della sanzione della decurtazione complessiva di venti punti dalla patente di guida, costituenti la somma della decurtazione di dieci punti per ognuna delle violazioni.

Da Saranno Avvocati   la notizia qui

Annunci