images3

Condanne meno severe per gli appalti pilotati. Infatti i giri di mazzette avvenuti prima della pubblicazione del bando di gara non integrano il reato di turbata libertà degli incanti.

Lo ha stabilito la Corte di Cassazione che, con la sentenza n. 11005 del 12 marzo 2009, ha annullato nei confronti di un provveditore delle opere pubbliche di Napoli la custodia cautelare disposta in relazione al reato di turbata libertà degli incanti e confermato l’accusa per corruzione.

Da Cassazione.net   la notizia qui

Annunci