images1

La Cassazione ha confermato 10.000 euro di risarcimento in favore di una famiglia fiorentina che abitava sopra un bar frequentato da persone che fumavano molte sigarette fuori dal locale impedendo alla famiglia di aprire le finestre di casa e di vivere liberamente nel loro appartamento.

In sostanza la Suprema Corte – respingendo il ricorso del ‘Il Piccolo Caffe” – ha convalidato il diritto, per la famiglia in questione composta da padre, madre e una figlia, ad ottenere il risarcimento per “danni esistenziali determinati da immissioni moleste di fumo di sigarette”.

In particolare i giudici della Cassazione (con la sentenza 7875) hanno reso definitiva la decisione emessa il 10 luglio 2007 dalla Corte d’Appello di Firenze con la quale il risarcimento era stato decretato a causa delle “conseguenze delle immissioni del fumo delle sigarette sul modo di vivere la casa della famiglia danneggiata”.

Da Irpinia nel Mondo   la notizia qui

Vedi anche: Sentenza Cassazione n.7875/09 – Fumo passivo

Annunci