FURTO

“A fronte di un furto verificatosi in parte a causa dell’incompletezza del servizio di custodia dei valori dei clienti; in parte in causa di palesi negligenze nella sorveglianza dei locali dell’albergo e delle chiavi delle camere, la responsabilità per colpa dell’albelgatore, ai sensi dell’art. 1785bis cod. civ., avrebbe potuto essere esclusa solo previa dimostrazione – il cui onere era a carico dell’albergatore medesimo – che la prevenzione dell’illecito verificatosi avrebbe richiesto l’adozione di cautele e di costi sproporzionati e inesegibili, in relazione alla natura, al livello ed ai prezzi delle prestazioni alberghiere, nonchè in relazione al rischio concreto del verificarsi di eventi del genere di quello in oggetto.”

Con questa pronuncia la Corte chiude una vicenda iniziata il 1989, quando nella notte tra il 5 e 6 febbraio, viene sottratta dalla stanza di un albergo una pelliccia di valore (alla presenza degli occupanti, che dormivano), appena ritirata dal caveau dell’hotel medesimo, in previsione della prossima partenza, la mattina successiva, in orario incompatibile con l’operatività del servizio depositi…[continua…]

Da Il Sole 24 Ore  la notizia qui

Annunci