casa_soldi

Corte di Cassazione, prima sezione penale 7 maggio 2009, n. 19171.

Affittare ad un cittadino extracomunitario, privo del permesso di soggiorno, è lecito a patto che il canone di affitto sia equo. Questa è la conclusione cui è giunta la prima sezione penale della Corte di Cassazione, accogliendo il ricorso del proprietario dell’immobile oggetto di locazione, avverso il provvedimento di sequestro preventivo emesso dal Gip.

Secondo la Corte non si prospetta dolo specifico (fine di trame ingiusto profitto) quando il canone d’affitto si possa ragionevolmente considerare equo, come nel caso in esame (per l’affitto era stato pattuito un canone pari a 150,00 euro mensili)…[continua…]

Da Il Sole 24 Ore    la notizia qui

Annunci