Ricongiungimento familiare anche per chi non ha il lavoro fisso mercoledì, Giu 3 2009 

imagescccccccccccccc

Corte di cassazione – Sezione I civile – Sentenza 20 maggio 2009 n. 11803.

Gli immigrati hanno diritto al ricongiungimento familiare con i propri figli anche se non hanno un contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Lo chiarisce la Cassazione con la sentenza 11803/2009 che ha respinto il ricorso del Ministero dell’Interno contro il decreto del tribunale di Milano che aveva annullato il rifiuto del Questore di concedere il nulla osta per il ricongiungimento familiare di un cittadino senegalese con la propria figlia minore.

Secondo la Cassazione perché operi il beneficio non è necessaria l’esistenza di un posto di lavoro fisso ma è sufficiente che l’immigrato provi di avere “la diponibilità di un reddito annuo derivante da fonti lecite non inferiore all’importo annuo dell’assegno sociale”…[continua…]

Da Il Sole 24 Ore   la notizia qui

Annunci

In tema di stalking e maltrattamenti mercoledì, Giu 3 2009 

images

Tribunale penale di Bari, Ordinanza 6.4.2009 n. 347.

Al fine, quindi, di colmare il vuoto di tutela della vittima di comportamenti ripetuti ed insistenti tali da non integrare ancora i più gravi reati contro la vita o l’incolumità personale, ma comunque idonei a fondare un giustificato timore tale per tali beni, si è inserita la nuova fattispecie di reato di cui all’art. 612 bis cp.

Perché sussista la fattispecie delittuosa è quindi necessario, in primo luogo, il ripetersi della condotta: gli atti e comportamenti volti alla minaccia o alla molestia devono essere reiterati.

Inoltre, i comportamenti devono essere intenzionali e finalizzati alla molestia. Inoltre, occorre che i suddetti comportamenti abbiano l’effetto di provocare disagi psichici, timore per la propria incolumità e quella delle persone care, pregiudizio alle abitudini di vita….[continua…]

Da La Previdenza   la notizia qui