stor_4429958_50580

La domanda da parte maschile era stata avanzata dal padre dell’uomo, come tutore. Ma secondo il tribunale non è stato possibile ricostruirne la volontà.

VIGEVANO (PAVIA) – Voleva avere un figlio dal marito in coma irreversibile, con la procreazione assistita. Ma il Tribunale di Vigevano ha respinto la richiesta di accedere alla procreazione medicalmente assistita per un uomo di 35 anni ricoverato alla fondazione Maugeri di Pavia, in coma irreversibile in seguito a un tumore al cervello.

La richiesta per conto dell’uomo era stata avanzata dal padre, nella qualità di tutore. La decisione, depositata oggi dal collegio di giudici presieduti da Anna Maria Peschiera, è stata presa dopo aver svolto istruttoria e aver acquisito il parere negativo sia del giudice tutelare sia del Pm…[continua…]

Da La Repubblica   la notizia qui

Annunci