images

Cass. sez. civ. sentenza n. 12551/09.

La Suprema Core ha sottolineato che i ‘prestiti’ tra coniugi sono una modalità per fare fronte a quella una solidarietà reciproca che dovrebbe esistere tra marito e moglie.

In ogni caso, spiegano gli Ermellini, “il giudice di merito ha evidentemente escluso la sussistenza di circostanze”, tali da determinare la restituzione del denaro, “in particolare non ha considerato tali, la documentazione prodotta dalla moglie, ne’ il fatto che la consegna o un prestito di denaro tra coniugi avviene generalmente nella riservatezza della vita familiare, ne’ che i lavori di ristrutturazione della casa coniugale sono stati effettivamente eseguiti”.

Da Saranno Avvocati   la notizia qui

Annunci