Sul mercato assicurativo sono tornati prepotentemente in Italia i contratti pluriennali, ovverosia quelli che da un lato offrono uno sconto sul premio annuale rispetto ai contratti aventi una durata pari a dodici mesi, ma dall’altro vincolano l’assicurato a pagare il premio per almeno cinque anni senza possibilità di avvalersi del diritto di recesso dalle garanzie offerte dalla polizza.

In passato, con la Legge Bersani, è stato possibile recedere dai contratti pluriennali con un preavviso di sessanta giorni rispetto alla scadenza anno dopo anno.

Ma adesso le cose sono cambiate e quindi occorre fare molta ma molta attenzione a farsi attrarre da queste soluzioni assicurative che poi magari nel tempo non rispondono più alle proprie esigenze assicurative.

In accordo con quanto fa presente il CTCU, Centro Tutela Consumatori Utenti, i contratti pluriennali senza possibilità di recedere anno dopo anno, e comunque non prima che siano maturati cinque anni, sono infatti tornati a seguito di modifiche alla Legge apportate nell’agosto scorso…[continua…]

Da Vostri Soldi   la notizia qui

Annunci