Tribunale di Palermo – Sentenza 20 dIcembre 2009.

Due correntisti di un conto on line si sono visti sparire 6.000 euro. Era stato fatto un bonificonon autorizzato dal loro a favore di una signora russa.

I due clienti hanno chiesto il rimborso alla banca che si è rifiutata sostenendo la responsabilità dei due clienti perchè non avrebbero custodito i codici personali. Una versione che non è stata accolta dal Got del tribunale di Palermo.

Al contrario ha sostenuto che “il sistema predisposto dalla società convenuta non appare adeguato alla tecnologia esistente” e la stessa “avrebbe dovuto adottare tutte le misure di sicurezza, tecnicamente idonee e conosciute in base al progresso tecnico, a prevenire danni, come quelli verificatasi in capo agli attori”.

In base a queste considerazioni il Tribunale di Palermo ha condannato la società a risarcire i due correntisti del danno subito.

Da Il Sole 24 Ore   la notizia qui

Annunci