Riforma dei contratti, intesa senza la Cgil giovedì, Apr 16 2009 

imagesvvvvvvvv

Le divergenze maggiori sul calcolo dell’inflazione e sulla contrattazione decentrata.

Siglato l’accordo dello scorso ottobre. Resta contrario il sindacato di Epifani: «Ora lavoratori più deboli»

ROMA – Confindustria, Cisl e Uil hanno siglato l’intesa applicativa della riforma del modello contrattuale. L’accordo non è stato sottoscritto dalla Cgil, che ha ribadito le critiche all’impianto del nuovo sistema dei contratti.

ATTO FORMALE – La firma formale è avvenuta nella Foresteria di Confindustria in via Veneto a Roma. Dopo l’ok di Cisl e Uil sarà la volta dell’Ugl. La sigla per l’attuazione della riforma fa seguito agli accordi sottoscritti il 10 ottobre 2008 da Confindustria e Cisl e Uil, gli accordi tra le due confederazioni sindacali e le altre associazioni datoriali e l’intesa-quadro tra governo e parti sociali sottoscritta il 22 gennaio scorso a Palazzo Chigi. Il nuovo modello contrattuale sarà unico per i settori pubblico e privato. Il fronte delle parti sociali è però spaccato sulla riforma: se per gli imprenditori e per la maggior parte delle sigle sindacali si tratta di una svolta storica, per il sindacato di Guglielmo Epifani si tratta di una novità pericolosa per i lavoratori.

«LAVORATORI INDEBOLITI» – «L’accordo è un errore, divide lavoratori e sindacati in un momento di crisi in cui si dovrebbe rimanere uniti» ha detto il leader della Cgil dopo la sigla dell’intesa da parte delle altre confederazioni. Secondo Epifani, il nuovo sistema «riduce lo spazio della contrattazione, non la innova e non la amplia, e fa sì che il contratto nazionale non recuperi mai del tutto l’inflazione reale»…[continua…]

Da Il Corriere Della Sera    la notizia qui

Dirigenti agricoltura: rinnovato il c.c.n.l. lunedì, Mar 2 2009 

agricoltura1_153_124

Accordo 25 febbraio 2009.

Il nuovo accordo decorre dal 1° gennaio 2009 e scade per la parte normativa il 31 dicembre 2012 e per quella economica il 31 dicembre 2010.

L’accordo prevede un incremento dello stipendio base mensile, per il biennio 2009-2010, pari a euro 120,00, con decorrenza 1° gennaio 2009, e a euro 80,00 , con decorrenza 1° gennaio 2010.
Pertanto il nuovo stipendio base mensile spettante ai dirigenti dal 1° gennaio 2009 è pari a euro 3.435,00 e dal 1° gennaio 2010 a euro 3.515,00.

Le parti hanno inoltre previsto novità in tema di:
Oggetto e sfera di applicazione del contratto: il nuovo c.c.n.l. si applica anche alle aziende agricole di produzione di energia da fonti rinnovabili e biocarburanti.

Malattie, infortuni e tutela della maternità: a decorrere dal 1° aprile 2009, il datore di lavoro è tenuto a integrare l’indennità riconosciuta dall’INPS nel periodo di astensione obbligatoria per maternità fino al raggiungimento del 90 per cento della retribuzione netta alla quale la dirigente/il dirigente avrebbe avuto diritto in caso di normale prestazione;
Aggiornamento professionale: le Parti individuano nel Fondo interprofessionale per la formazione continua in agricoltura, denominato For.Agri., di cui all’art. 118 della legge n. 388 del 23.12.2000, l’organismo di riferimento per l’attuazione e lo sviluppo della formazione continua per i dirigenti agricoli…[continua…]

Da Il Sole 24 Ore   la notizia qui

Non c’è abuso d’ufficio se si viola una norma di un contratto collettivo giovedì, Feb 19 2009 

images222222222222222222

Cass. VI sez. pen. Sentenza n. 5026/09.

Non implica una violazione di legge o di regolamento l’inosservanza (o la mancata, o l’erronea applicazione) di una norma collettiva contrattuale, relativa alla disciplina applicabile ai rapporti di lavoro dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni in quanto tali rapporti sono sottoposti alla disciplina privatistica del lavoro subordinato (art. 2 D. Lgs. 29/1993).

Da Saranno Avvocati   la notizia qui

Formazione dell’apprendista mercoledì, Feb 11 2009 

imagesmmmmmmmmmmmmmm

Il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali con la Nota n.2 del 6 Febbraio 2009 comunica che è possibile per il datore di lavoro modificare il piano formativo dei contratti di apprendistato professionalizzante, realizzando la formazione esclusivamente secondo quanto stabilito dalla contrattazione collettiva.

Tuttavia, è necessario modificare il piano formativo individuale e valutare l’incidenza della formazione precedente. Inoltre, è necessario che il lavoratore sottoscriva il nuovo piano formativo.

Da Studio Ciocioni   la notizia qui

Marittimi: rinnovato il biennio economico venerdì, Feb 6 2009 

nave_153_124

Per quanto attiene il personale navigante, partendo dall’incremento della paga base conglobata del mozzo (parametro di riferimento), fissata in 50,00 euro mensili, l’aumento complessivo mensile è pari: per il Mozzo a euro 124,72; per il Nostromo a euro 175,39 e per il Primo Ufficiale a euro 253,30.

Gli aumenti di cui sopra devono essere corrisposti in tue trance di pari importo, la prima con decorrenza 1° gennaio 2009 e la seconda dal 1° gennaio 2010.
Le parti hanno, inoltre, concordato i seguenti interventi:
– l’aumento dello 0,5 % della quota a carico dell’azienda da versare al Fondo Previdenziale integrativo per il personale che aderisce;
– l’aumento, a partire dal 1° gennaio 2010, delle provvidenze, aggiuntive a quelle di legge, previste dal Fondo Nazionale Marittimi FANIMAR per morte, infortunio e invalidità permanente elevate ciascuna a 50.000 euro;
– l’aumento, sempre a partire dalla stessa data, della quota per la polizza sanitaria integrativa per Comandanti e Direttori di macchina, elevata a 1.503 euro, di cui, 1/3 a carico del marittimo.

Le parti hanno assunto l’impegno di aprire un tavolo per la verifica e l’armonizzazione delle norme contrattuali riferite al rischio guerra e pirateria.

Per quanto attiene la formazione le OO.SS. Confederali, Filt-Cgil , Fit-Cisl e Uiltrasporti e le Associazioni armatoriali, pubbliche e private hanno assunto l’impegno di trasformare in ente bilaterale l’attuale Comitato Paritetico per la Formazione, ciò al fine di dare un indirizzo nazionale ai progetti formativi.

Da Il Sole 24 Ore    la notizia qui

Occupazione: nuove regole per i contratti di lavoro martedì, Gen 27 2009 

firma_ccnlIl Governo e le parti sociali, esclusa la CGIL, sono giunti ad un accordo per quanto riguarda la riforma relativa al modello di contrattazione in materia di lavoro; trattasi di un nuovo modello firmato nel novembre scorso sia dalla Uil e dalla Cisl, sia dalle confederazioni dell’artigianato.

L’accordo è stato accolto con favore dalla Confartigianato, la quale, augurandosi l’adesione anche da parte della CGIL, fa presente come il nuovo modello contrattuale per il settore dell’artigianato garantisca maggiori tutele ed una migliore remunerazione ai lavoratori.

Maurizio Sacconi, ministro del Welfare, ha dichiarato come l’accordo rappresenti un fatto storico visto che trattasi di un negoziato risalente al 1997, quando venne sostanzialmente abbandonato il modello di accordo sottoscritto nel 1993.

Secondo la Confartigianato, tra l’altro, il nuovo modello contrattuale può garantire più competitività e più produttività alle imprese, e può agevolare il rilancio dell’economia italiana al fine di uscire quanto prima dal tunnel della recessione e della crisi finanziaria…[continua…]

Da Vostri Soldi   la notizia qui

Teatri stabili (impiegati e operai): rinnovato il contratto martedì, Gen 20 2009 

teatro_153_124Il nuovo contratto decorre dal 1° gennaio 2008 e scade per la parte normativa il 31 dicembre 2011 e per quella economica il 31 dicembre 2009.

Per la parte economica il nuovo accordo prevede con decorrenza 1° gennaio 2009 il conglobamento nei minimi tabellari mensili nazionali lordi, pertanto, con le decorrenze di cui appresso, i nuovi minimi tabellari sono così stabiliti…[continua…]

Da Il Sole 24 Ore   la notizia qui

Scuola: ai nastri di partenza il Ccnl biennio economico 2008-2009 mercoledì, Gen 7 2009 

scuolabus

Sottoscritta, in data 17 dicembre 2008, l’ipotesi di contratto collettivo nazionale di lavoro per il personale del comparto Scuola concernente la parte economica e per il biennio 2008-2009.

Aumenti ed effetti dei nuovi stipendi. Gli incrementi della retribuzione base, indicati dalla Tabella A allegata al contratto, comprendono ed assorbono l’indennità di vacanza contrattuale.

Gli incrementi stipendiali previsti hanno effetto sulla tredicesima mensilità sui compensi per attività aggiuntive, sulle ore in surplus, sul trattamento ordinario di quiescenza, sull’indennità di buonuscita/Tfr, sull’equo indennizzo e sull’assegno alimentare.

Tali benefici sono corrisposti integralmente alle scadenze al personale cessato dal servizio con diritto a pensione nel periodo di vigenza contrattuale. Per quanto riguarda l’indennità di buonuscita o il licenziamento si considerano solo gli scaglionamenti maturati alla data di cessazione dal servizio.

Ccnl 29 novembre 2007. Per quanto non previsto dal contratto in data 17 dicembre 2008 restano in vigore le norme del Ccnl del 29 novembre 2007, come modificati dalle successive sequenze contrattuali dell’8 aprile e del 25 luglio 2008.

Il testo del Ccnl…[continua…]

Da Il Sole 24 Ore   la notizia qui

C.c.n.l. unico per chimica, concia, ceramica, plastica, gomma,vetro (Confapi) martedì, Nov 18 2008 

55909963Accordo 12.11.2008.

L’entrata in vigore del nuovo testo contrattuale è subordinata alla approvazione della stessa da parte delle assemblee dei lavoratori che si terranno nel corso del mese di dicembre p.v.

L’accordo prevede una parte generale che comprende la normativa unificata e valevole per tutti i settori di attività cui si applica il nuovo contratto e conserva, per altri istituti – compresi quelli con contenuto economico -, le singole specificità dei diversi comparti di riferimento. Gli istituti normativi non regolamentati dall’ipotesi di accordo verranno inseriti nella fase di stesura definitiva del contratto che le parti si impegnano a redigere entro il 31 dicembre 2009.

Nel corso della trattativa le Parti hanno preso come riferimento i contratti della chimica, plastica e gomma, rinnovati nel mese di marzo 2008 e convenuto di valorizzare i capitoli qualificanti quali il mercato del lavoro e l’orario scegliendo di realizzare un testo contrattuale in grado di rispondere alle esigenze di flessibilità del settore e garantire norme di tutela per le lavoratrici e i lavoratori…[continua…]

Da Il Sole 24 Ore   la notizia qui

Siglato il protocollo Governo-sindacati per il rinnovo del Ccnl statali biennio 2008-2009 lunedì, Nov 3 2008 

È stato siglato, il 30 ottobre scorso, il protocollo d’intesa tra Governo e sindacati per il rinnovo dei contratti collettivi di lavoro dei comparti del pubblico impiego relativi al biennio 2008-2009.

Aumenti e Ivc. Per il comparto Ministeri gli aumenti previsti, su base mensile, ammontano a 60 euro per lo stipendio e a 10 euro per la parte accessoria. A dicembre, inoltre, con la tredicesima mensilità sarà corrisposta anche l’indennità di vacanza contrattuale per il 2008, il cui importo medio, in termini netti, è pari a circa 113 euro.

Grande assente la Cgil. Si ricorda che il protocollo è stato firmato da Cisl, Uil, Confsal, Usae e Ugl. La Cgil, assente, ha dichiarato di essere pronta allo sciopero generale del pubblico impiego, ai primi di dicembre, con un agrande manifestazione a Roma.

Dal canto suo, il ministro per la Pubblica amministrazione e l’innovazione, Renato Brunetta, ha affermato di essere soddisfatto per la firma del protocollo “perché questo permetterà la rapida conclusione dei contratti del pubblico impiego e consentirà un adeguato recupero salariale per i dipendenti pubblici”…[continua…]

Da Il Sole 24 Ore   la notizia qui

Pagina successiva »