Collegato lavoro: dall’apprendistato al ritorno dello staff leasing le novità del collegato lavoro giovedì, Mar 4 2010 

C’è di tutto di più nel collegato Lavoro, sbarcato, in quarta lettura, a Palazzo Madama. Nel provvedimento, lievitato dagli iniziali 9 articoli del settembre 2008 agli attuali 50, trovano spazio norme di contenuto assai eterogeneo: dalla nuova possibilità per un 15enne di entrare in azienda come apprendista, ai certificati di malattia on line, alla possibilità di impugnare un provvedimento di licenziamento, anche in sede stragiudiziale.

Tra le novità in arrivo, il ritorno dello staff leasing, la revisione della disciplina pensionistica sui lavori usuranti, il riordino delle sanzioni in materia di orario di lavoro e di sommerso.

Nel corso del passaggio alla Camera, sono, invece, saltati i limiti al riscatto dei periodi di congedo di maternità fuori del rapporto di lavoro e la norma sui direttori scientifici.

Confermata, invece, la mini riforma di conciliazione e arbitrato nelle controversie di lavoro e un vero e proprio “condono” su alcuni contenziosi pendenti per mancate trasformazioni di rapporti precari in posti a tempo indeterminato: il datore di lavoro pagherà al lavoratore un’indennità di importo compreso tra un minimo di 2,5 e un massimo di 6 mensilità di retribuzione…[continua…]

Da Il Sole 24 Ore   la notizia qui

La Corte Costituzionale salva i precari martedì, Lug 7 2009 

toghe01g

La Consulta boccerà la norma:costrasta il principio di uguaglianza. La Cgil: sentenza giusta e doverosa.

La Corte Costituzionale si avvia a bocciare la norma anti-precari che, nell’agosto dello scorso anno, ha tentato di arginare gli effetti dei numerosi ricorsi dei lavoratori a termine delle Poste che si erano rivolti al giudice per ottenere un’assunzione a tempo indeterminato.

Una norma inclusa nella manovra della scorsa estate e su cui erano già sorti dubbi di costituzionalità, dubbi ritenuti non infondati dalla corte d’appello di Bari che, ad ottobre, si era rivolta alla Consulta per decidere sulla legittimità della norma sollevata dal legale di una dipendente di Poste Italiane.

Secondo indiscrezioni apprese dall’agenzia di stampa Ansa, la Corte avrebbe deciso che la norma sarebbe in contrasto con il principio di uguaglianza in quanto prevede un trattamento diverso per le violazioni della legge sul contratto di lavoro tra lavoratori che hanno fatto causa prima o dopo il 22 agosto del 2008…[continua…]

Da La Stampa    la notizia qui

Bonus precari: come richiederlo mercoledì, Giu 10 2009 

bonus_precari_2009

A favore dei lavoratori precari, ed in particolare di quelli con un contratto di collaborazione a progetto, il Governo ha messo a punto il cosiddetto “bonus precari” grazie al quale al soggetto che, lavorando per un solo committente, ha perso o perderà il posto di lavoro, potrà essere riconosciuta una somma pari al 20% di quella percepita nell’anno precedente.

A ricordarlo è l’Associazione Altroconsumo che, sul proprio sito Internet, ha messo a disposizione degli interessati il modulo INPS che si può scaricare per presentare la domanda.

I contributi di sostegno al reddito per i lavoratori precari co.co.pro. che perdono il posto di lavoro sono validi anche per l’anno 2010 e 2011, ma in tal caso viene riconosciuto solamente il 10% del reddito percepito dal lavoratore precario nell’anno precedente…[continua…]

Da Vostri Soldi   la notizia qui

Colf, l’Inps calcolerà i contributi 700mila lettere ai datori di lavoro martedì, Mar 31 2009 

images5

Offensiva contro il lavoro nero. Mastrapasqua: “Stanno per partire controlli mirati”.

In arrivo i bollettini diconto corrente. Già compilati per facilitare il pagamento.

ROMA – Rivoluzione per il pagamento dei contributi delle colf. Dall’Inps sono in arrivo circa 700 mila lettere a tutti i datori di lavoro di una collaboratrice domestica contenenti i bollettini prestampati e precompilati con l’importo dei contributi previdenziali dovuti. La misura giunge in vista della scadenza del 10 aprile (si può pagare già da domani) che impegna solitamente le famiglie a laboriosi calcoli sulle ore per determinare l’esatto ammontare dei versamenti. Ma, oltre alla semplificazione, l’Inps annuncia anche controlli mirati per combattere il lavoro nero.

“Per facilitarle il pagamento dei contributi, abbiamo calcolato l’importo che dovrà versare – spiega la lettera dell’Inps – sulla base degli elementi dichiarati nella denuncia del rapporto di lavoro domestico. Le inviamo, pertanto, in allegato i bollettini di conto corrente già compilati e relativi ai prossimi trimestri”…[continua…]

Da La Repubblica   la notizia qui

Agenzia Onu: “L’Italia viola i diritti umani” giovedì, Mar 19 2009 

stor_11521794_16450

Immigrati, durissime accuse nel rapporto dell’Ilo che si occupa del rispetto degli standard internazionali sul lavoro.

ROMA – “È evidente e crescente l’incidenza della discriminazione e delle violazioni dei diritti umani fondamentali nei confronti degli immigrati in Italia. Nel paese persistono razzismo e xenofobia anche verso richiedenti asilo e rifugiati, compresi i Rom. Chiediamo al governo di intervenire efficacemente per contrastare il clima di intolleranza e per garantire la tutela ai migranti, a prescindere dal loro status”.

Sono insolitamente dure e nette le parole che il Comitato di esperti dell’Ilo, l’Organizzazione internazionale del lavoro, agenzia Onu, usa per descrivere il trattamento degli immigrati in Italia e la violazione di alcune norme internazionali.

Come ogni anno, a marzo, esce il rapporto dell’Ilo sull’applicazione degli standard internazionali del lavoro e quest’anno la pagina che riguarda l’Italia denuncia un comportamento senza precedenti per un paese europeo democratico, perché contravviene alla convenzione 143, quella sulla “promozione della parità di opportunità e di trattamento dei lavoratori migranti”, ratificata dal nostro paese nel 1981…[continua…]

Da La Repubblica  la notizia qui

Rifiuto di assunzione senza tirocinio martedì, Mar 17 2009 

images444444444444

La Corte di Cassazione con Sentenza n. 6017/2009 ha affermato che il datore di lavoro è legittimato a rifutarsi di assumere un lavoratore disabile, qualora questo non abbia avuto una precedente formazione al lavoro o non abbia svolto un tirocinio.

Da Studio Ciocioni   la notizia qui

In Cdm via libera alle misure in favore dei precari venerdì, Mar 13 2009 

disocupazione-disoccupata-agenzia-interinale-fotogramma-240x154

Via libera del Consiglio dei ministri al nuovo pacchetto di misure a favore dei precari. Si tratta di interventi di «completamento e semplificazione a protezione dei lavoratori sospesi o licenziati. Le norme saranno presentate sotto forma di emendamento al decreto legge salva-auto.

Tra le misure principali il raddoppio dell’indennità di disoccupazione per i collaboratori a progetto che così passa dal 10 al 20% e la velocizzazione delle procedure per la concessione e l’erogazione degli ammortizzatori sociali. Una misura che interessa circa 500mila persone.

Il Consiglio dei ministri ha anche avviato l’esame del piano casa. Nel pacchetto di misure in materia di mercato del lavoro c’è l’estensione dei buoni lavoro per prestazioni brevi e occasionali anche a chi giá percepisce sussidi…[continua…]

Da Il Sole 24 Ore   la notizia qui

Lavoro: futuro a rischio per 400 mila precari giovedì, Mar 5 2009 

disoccupazione_italia

La crisi finanziaria ed economica non accenna a finire in tutto il mondo, e nel frattempo per l’occupazione il periodo non è di certo dei migliori, neanche nel nostro Paese. In particolare, nel solo settore della Pubblica Amministrazione, sono ben 400 mila i lavoratori con contratto di lavoro a termine che in Italia.

Il dato, nello specifico, è stato messo in risalto da Michele Gentile, che ricopre nella CGIL il ruolo di responsabile del dipartimento Settori pubblici; dei 400 mila posti a rischio, la metà riguarda il settore della scuola, ma il Sindacato mette in evidenza come da tali cifre non siano stati prese in considerazione, anche perché non censiti, tutte quelle figure, circa 100.000, come gli stagisti, i titolari di borse di studio ed i tirocinanti.

Da Vostri Soldi   la notizia qui

Contratti di Inserimento mercoledì, Feb 25 2009 

images5555555555555

Il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali con la Nota n.14 del 20 Febbraio 2009 ha risposto ad un interpello in materia di contratti di inserimento e formazione lavoro.

Il Ministero ha affermato che in caso di trasformazione anticipata del contratto di inserimento in contratto a tempo indeterminato, i benefici economici derivanti dall’assunzione del soggetto non potranno essere più fruiti, anche in caso prosegua l’attività di formazione.

Da Studio Ciocioni   la notizia qui

La Collaborazione Coordinata e Continuativa giovedì, Feb 19 2009 

images88888888888889

Il Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali con la Nota n.8 del 13 Febbraio 2009 ha chiarito che è possibile ricorrere alla forma di lavoro autonomo, anche con un contratto di collaborazione coordinata e continuativa, per un incarico che determini l’esercizio di poteri direttivi e di spesa, se tali poteri risultano funzionali all’esecuzione dell’incarico stesso.

Da Studio Ciocioni   la notizia qui

Pagina successiva »